Musica Antica a San Bernardino alle Ossa - dal 24 maggio (2022)

Musica Antica a San Bernardino
24, 27 maggio - 3, 7, 10 e 14 giugno 2021
Santuario di San Bernardino alle Ossa
via Verziere 2 (piazza Santo Stefano) MI, ore 20.00
con gli studenti dell’Istituto di Musica Antica
della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado MI

Torna il 24 maggio, dopo un anno di pausa forzata dovuta all'emergenza sanitaria, la rassegna Musica Antica a San Bernardino, ciclo di concerti che la Società del Quartetto dedica alla musica sacra e profana, con una ricca varietà di organici.
Protagonisti dei concerti sono i migliori strumentisti del repertorio dell'Istituto di Musica Antica della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, iscritti ai corsi di alta formazione della Scuola e provenienti da tutto il mondo.
I sei appuntamenti sono ospitati nel suggestivo piccolo Santuario di San Bernardino alle Ossa, spazio prezioso della città ancora troppo poco noto anche a molti milanesi.
Collocato alla sinistra della grande Chiesa di Santo Stefano, alle spalle del Duomo e a pochi passi dall’Università Statale, San Bernardino alle Ossa risale al 1296 ed è luogo di grande fascino, con un ossario di particolare suggestione, riccamente affrescato e decorato.

La rassegna Musica Antica a San Bernardino si svolge nel periodo compreso tra il 24 maggio e il 14 giugno 2021.
Il primo appuntamento è dedicato ai settecenteschi Telemann, Sammartini, Haendel.

Calendario
lunedì 24 maggio 2021
Triosonate per traversiere e basso continuo di Telemann, Sammartini e Haendel Luca Bossi, traversiere
Norma Torti, viola da gamba
Punto Bawono, tiorba
Amelie Held, cembalo

giovedì 27 maggio 2021
Sempre laudata e benedetta
La Lauda polifonica nella Firenze di fine TrecentoDaniela Beltraminelli, canto e viella Daia Anwander, viella Priscila Gama Santana, arpa medievale Stefano Maffioletti, organetto e voce Lorenzo D’Erasmo, tamburi a cornice

giovedì 3 giugno 2021
Italia, Francia, Germania: virtuosi della tastiera a confronto
Recital di cembalo solo
Amelie Held, cembalo

lunedì 7 giugno 2021
Voi c'ascoltate in rime sparse il suono
Le Musiche del Sig. Sigismondo d'India. Libro Terzo, In Milano, Appresso Filippo Lomazzo, 1618
Daniela Beltraminelli, soprano
Orla Shalloo Brundrett, soprano
Daia Anwander, viola da gamba e chitarra barocca
Margherita Burattini, arpa doppia
Céline Pasche, arpa doppia

giovedì 10 giugno 2021
Autour du chanson
Canzoni, diminuzioni e danze al tempo di Josquin
Laura Minguzzi Luca Bossi Anna Venutti Emanuele Gorla Irene Luraschi, consort di traverse rinascimentali

lunedì 14 giugno 2021
Ad imitazion del violino
L'evoluzione della sonata strumentale a Venezia nel Seicento
Angelo Basile, violino barocco
Jody Livo, cornetto e violino barocco
Prisca Gama Santana, arpa tripla
Daia Anwander, viola da gamba

_____________________

intero 10 € (acquistabile anche su vivaticket)
ridotto 8 euro (soci); 5 euro (fino ai 30 anni); 2 euro (studenti)

abbonamento alla rassegna - 45 euro (acquistabile anche su vivaticket)
abbonamento under 30 alla rassegna - 18 euro

biglietti in vendita presso
Società del Quartetto, via Durini 24, Milano
dal lunedì al venerdì ore 13.30 - 17.30
Santuario di San Bernardino alle Ossa, via Verziere 2, Milano
a partire dalle ore 19.00 nei giorni di concerto

_____________

Luca Bossi
Luca Bossi si diploma con il massimo dei voti in flauto nel 1999 al Conservatorio "G. Verdi" di Milano dove ottiene il diploma di secondo livello a indirizzo concertistico, sempre con il massimo dei voti. Si perfeziona con P. L. Graf, G. Pretto, M. Caroli, A. Oliva. Studia composizione con F. Vacchi e direzione d’orchestra con E. Pomarico. Vince concorsi nazionali e internazionali come solista e in duo con il pianista P. Alderighi. Dal 2001 al 2005 è primo flauto dell’orchestra Filarmonica del Conservatorio "G. Verdi" di Milano, nel 2005 dell’orchestra dell’Università degli Studi di Milano e dal 2006 al 2009 è primo flauto dell’Orchestra da Camera Milano Classica. Dal 2009 al 2013 è primo flauto solista e coordinatore della sezione fiati della Minsk-Orchestra (Bielorussia). Vanta collaborazioni come primo flauto con l’orchestra del TirolerFestspiele (2005-2015), Orchestra Cantelli, I Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra del Bol’shoj Theatr di Minsk. Suona in duo con la pianista russa Tatiana Larionova. 
Incide musiche classiche e contemporanee per le case editrici Eco, Ricordi e Rugginenti.
 Insegna flauto, armonia e musica da camera preso il Conservatorio Statale di Musica di Minsk, il Liceo Musicale "Lagrangia" di Vercelli, il Liceo Musicale Casorati di Novara. Dal 2019 studia flauto traversiere barocco presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado con Marco Brolli.

Norma Torti
Laureata in musicologia presso il Dipartimento di Musicologia e Beni culturali dell'Università di Pavia, Norma Torti si occupa in seguito di pedagogia musicale formandosi all'Accademia del Teatro alla Scala e collaborando a progetti sul teatro musicale (N. Torti, L'attività educativa in Germania, in I giovani e l'opera lirica, a cura di C. Delfrati, Milano, Accademia del Teatro alla Scala, 2010). Collabora a stage e progetti presso il Dipartimento di Drammaturgia della Staatsoper di Berlino e il Teatro Regio di Parma. Rinnovando una tradizione familiare, riprende gli studi musicali sotto la guida di Rodney Prada nel triennio AFAM in viola da gamba presso l'Istituto di Musica Antica della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano.

Punto Bawono
Nato a Yogyakarta, Indonesia, Punto Bawono inizia la sua attività musicale con la chitarra classica all’età di 12 anni. Il suo interesse per la musica antica in generale e per il liuto in particolare lo porta al Reale Conservatorio de L’Aia dove consegue il suo Bachelor in Early Music (liuto e chitarra barocca) con Mike Fentross e Joachim Held. Segue i workshop di basso continuo organizzati da Israel Golani, lezioni con Shizuko Noiri e masterclass con Peter Croton, Hopkinson Smith, David Miller, Peter van Heyghen e Raquel Andueza, Andreas Schlegel e Vinicius Perez.
 Si esibisce con Utrechtse Bach Cantata Diensten, Kamerkoor Vocalise Ede, Utrechtse Oratorium Vereniging (Johannes Passion), all’Utrecht Early Music Festival, Luthers Bach Ensemble Groningen, con l’ensemble d’archi Fuse per la trasmissione televisiva Podium Witteman (Dutch National TV Channel NPO2). Nel 2019 si esibisce per Sua Maestà la Regina Máxima dell’Olanda al palazzo reale di Het Loo. Insieme alla formazione Nordic Pulse esegue brani contemporanei del compositore Nico Muhly presso la ElbPhilharmonie di Amburgo (2018) e la ricostruzione della Markus Passion di Bach con l’ensemble Florilegium Musicum. Attualmente frequenta il biennio di II livello in liuto con Paul Beier presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano. È membro della Dutch Lute Society e della American Lute Society.

Amelie Held
Amelie Held è nata nel 1996 a Karlsruhe ed è cresciuta a Monaco. Dopo i primi studi musicali in pianoforte e in violino scopre il fascino dell'organo e intraprende lo studio dello strumento con Heidi Emmert presso la Hochschule für katholische Kirchenmusik di Ratisbona. Dopo il diploma di scuola superiore studia musicologia presso l'Università Ludwig Maximilian di Monaco. Prosegue poi gli studi di organo e di violino presso la Hochschule für Musik di Detmold e presso il Conservatoire National Supérieur di Parigi. Tra i suoi insegnanti figurano Martin Sander, Michel Bouvard e Olivier Latry. Di recente Amelie Held ha completato i suoi studi superiori (M.A.) in organo presso la Hochschule für Musik di Stoccarda con il massimo dei voti nella classe di Ludger Lohmann. Si perfeziona con Guy Bovet, Leo van Doeselaar, Bernhard Haas, Martin Jean, Edgar Krapp, Thomas Lacôte, Christophe Mantoux, Pier Damiano Peretti, Michael Radulescu, Louis Robilliard, Daniel Roth, Vincent Warnier, Gerhard Weinberger, Wolfgang Zerer. Nel 2018 è una delle più giovani finaliste nella storia del Grand Prix de Chartres, uno dei più importanti concorsi organistici mondiali. La sua attività solistica la porta a esibirsi in tutta la Germania (nell'ultimo anno nella stagione della Konzerthaus di Dortmund e nel Festival Internazionale d'organo della cattedrale di Spira) e a Londra, Parigi, Zurigo e San Pietroburgo (Auditorium del Teatro Mariinskij). È legata da una stretta collaborazione con i trombettisti Sebastian Berner e Maximilian Sutter, con i quali fonda nel 2016 il Trio Céleste. Il suo repertorio spazia dalla musica antica fino alla contemporanea, con una particolare attenzione verso le opere del romanticismo tedesco e francese. Nel dicembre 2019 pubblica il suo primo CD titolato Début, registrato dal vivo nell'abbazia di Himmerod. Attualmente risiede a Milano, dove studia clavicembalo e organo sotto la guida di Lorenzo Ghielmi, approfondendo in particolare il repertorio antico.

Top Articles

You might also like

Latest Posts

Article information

Author: Clemencia Bogisich Ret

Last Updated: 12/28/2022

Views: 5887

Rating: 5 / 5 (80 voted)

Reviews: 87% of readers found this page helpful

Author information

Name: Clemencia Bogisich Ret

Birthday: 2001-07-17

Address: Suite 794 53887 Geri Spring, West Cristentown, KY 54855

Phone: +5934435460663

Job: Central Hospitality Director

Hobby: Yoga, Electronics, Rafting, Lockpicking, Inline skating, Puzzles, scrapbook

Introduction: My name is Clemencia Bogisich Ret, I am a super, outstanding, graceful, friendly, vast, comfortable, agreeable person who loves writing and wants to share my knowledge and understanding with you.